Università degli studi di Genova



Blog a cura di Marina Milan, con la partecipazione di studenti, laureandi e laureati dei corsi di Storia del giornalismo e Giornalismo internazionale dell'Università degli studi di Genova (corso di laurea magistrale interdipartimentale in Informazione ed Editoria).

_________________

Scorrendo questa pagina o cliccando un qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie presenti nel sito.



19 agosto 2015

I blog italiani, tra individualità e collettività




C’è stato un tempo in cui il termine blog suonava nuovo anche agli internauti. Elisabetta Locatelli, giornalista e ricercatrice con dottorato in Culture della Comunicazione, parte dalle origini del fenomeno e ne segue levoluzione fino ad oggi per cercare di dare risposta ad ununica grande domanda: che cos’è un blog?
Il saggio si articola in due momenti: ricostruzione storica e interpretazione in chiave sociologica del materiale raccolto attraverso lesperienza sul campo. 
I primi capitoli ripercorrono la storia dei blog italiani suddividendola in quattro fasi: early blogger (dal 2001 al 2003), lera di Splinder (2003-2006), la diffusione presso un pubblico di massa tra il 2006 e il 2008 e lintegrazione/competizione con i social network iniziata nel 2008 ed attualmente in corso. Lapproccio diacronico è raro nei testi che si occupano di web, eppure è un piacevole tuffo nel passato per coloro che hanno vissuto levoluzione di internet in prima persona, e garantisce agli altri le nozioni necessarie per avvicinarsi a questo mondo dalle mille sfaccettature e in continua evoluzione. 
Forniti al lettore i dati oggettivi, la questione viene analizzata dal punto di vista sociologico. Queste pagine sono il cuore del saggio.
Oggetto della ricerca sono nello specifico i blog personali, blog redatti da un solo autore, non legati ad unattività professionale ma libero spazio di creatività”.
Gli aspetti più tecnici e tecnologici sono appena accennati: il blogger (e dunque lindividuo) è al centro della scena. Non a caso, più avanti, verrà citato il Social Shaping of Technology, paradigma interpretativo volto a collegare linnovazione tecnologica (in questo caso il blog) al contesto sociale.
Oltre allosservazione di un significativo campione di pagine web, sono le ventisei interviste ad altrettanti blogger italiani che hanno fornito ad Elisabetta Locatelli il materiale necessario ai suoi studi.
Proprio da queste interviste emerge con chiarezza il ruolo del blog, capace di favorire lapertura e lampliamento delle reti sociali anche al di fuori di internet. Per spiegare qual è il significato della loro attività on-line, uno dei blogger interpellati disegna un salotto, un altro un monitor di computer con un cuore in gabbia nel mezzo. Il blog viene definito come un grosso bar, un punto di ritrovo, una piazzetta virtuale. È uno spazio di relazione e comunicazione, dove il sé entra in contatto con la collettività.
Il testo non manca di difetti: occasionalmente il linguaggio diventa eccessivamente tecnico, meno accattivante, e alcune citazioni, non aggiungendo nulla allargomentazione, sembrano ridondanti. Ma poiché la complessa questione dei blog viene sempre più spesso ridotta ad un insieme di numeri e statistiche, laspetto interessante di The Blog Up sta proprio nellaver privilegiato la dimensione umana come punto di partenza per una ricerca di più ampio respiro che ha anche portato alla creazione di un blog dedicato.
Se poi il lettore è qualcuno che ha avuto modo di partecipare alla blogosfera in qualità di autore o di semplice fruitore, sarà inevitabile applicare il discorso alla propria esperienza personale, interrogandosi su quali siano le ragioni e il significato di un fenomeno a diffusione universale e dal valore contemporaneamente individuale. 
Noemi Gallo



Elisabetta Locatelli
The Blog Up. Storia sociale del blog in Italia
Franco Angeli, Milano, 2014, pp. 224.
*Link al blog The Blog Uphttp://theblogup.blogspot.it





Nessun commento:

Archivio blog

Copyright

Questo blog non può considerarsi un prodotto editoriale, ai sensi della legge n. 62/2001. Chi desidera riprodurre i testi qui pubblicati dovrà ricordarsi di segnalare la fonte con un link, nel pieno rispetto delle norme sul copyright.